Pantografo CNC – Gamma

QUALCHE DETTAGLIO TECNICO SUI PANTOGRAFI CNC GPprotoCNC

Tutti i nostri pantografi sono stati progettati da noi e vengono costruiti nel nostro laboratorio di Crespellano con cura artigianale. Anche le schede elettroniche che montiamo (o che vi possiamo vendere come accessorio) sono state progettate ed assemblate da noi. Per cui potete essere tranquilli  che state acquistando un prodotto ITALIANO, testato, e che sullo stesso potrete ricevere assistenza, in caso di necessità, perchè sappiamo come è fatto.

Il materiale con cui sono costruiti è l’acciaio, tagliato al laser e piegato con sistemi CNC di precisione.
La verniciatura viene fatta con polveri ad alta resistenza.
La serie GP010 è dotata di guide prismatiche da 20 mm e cursori a ricircolo di sfere.
La serie GP070 è dotata di guide prismatiche da 15 mm e cursori a ricircolo di sfere.
Le viti di movimento degli assi X-Y–Z sono a ricircolo sfere .
I motori che vengono inseriti sono stepper 3A.
I nostri pantografi CNC hanno come supporto il  mandrino regolabile in altezza per compensare la lunghezza utensile nelle fresature profonde.
Il piano è in alluminio scanalato per fissaggio staffe blocca pezzo.
Sono completi di finecorsa assi e homing , pulsanti di emergenza sul fronte della macchina.

Gli accessori di cui possono essere dotati sono i seguenti:

Elettroutensile alta frequenza potenze disponibili 550 / 750 / 1500 W
4° asse rotante
Contropunta
Presetting cambio utensile
Tastatore 3D
Lubrificatore a nebulizzazione
Piano aspirato
Joypad

I materiali lavorabili con un  pantografo GPproto CNC possono essere: resine, materiali plastici, alluminio, ottone, legno, vetronite / PCB, carbonio, ecc.

Possiamo poi effettuare personalizzazioni su richiesta.

E se volete toccare con mano, previo appuntamento, è possibile venire a visitarci nella nostra sede per vedere le nostre macchine, conoscerci, parlare della vostra attività e delle vostre esigenze e anche fare dimostrazioni di lavoro con i vostri materiali! contattaci: info@gp-protocnc.it

Pantografo CNC GP070 - GP proto CNC

Pantografo CNC GP070

Area lavorazione 300 x 500 x 140

 Pantografo CNC GP070 - GP proto CNC

Pantografo CNC GP070-D2

Area lavorazione 450 x 650 x 140

Pantografo CNC GP010 - GP proto CNC

Pantografo CNC GP010

Area lavorazione 450 x 390 x 140

Pantografo GP010-1000-L

Pantografo CNC GP010 – 1000

Area lavorazione 450 x 1000 x 140

Pantografi CNC GP010 - GP proto CNC

Pantografo CNC GP010-1000 L

Area lavorazione 630 x 1000 x 140

 Pantografo CNC GP010_1000 XXL

Pantografo CNC GP010-1000 XL

Area lavorazione 1000 x 1000 x 140

 Pantografo CNC GP010_1000 XXL

Pantografo CNC GP010-1500 XL

Area lavorazione 1000 x 1500 x 140

 

Pantografo CNC GP010-2000 XL

Area lavorazione 1000 x 2000 x 140

Pantografo CNC GP010_1000 XXL

Pantografo CNC  GP010-1500 XXL

Area lavorazione 1250 x 1500 x 140

 

Pantografo CNC  GP010-2000 XXL

Area lavorazione 1250 x 2000 x 140

QUALCHE SPIEGAZIONE DI BASE SU COS’E’ UN PANTOGRAFO CNC 

Un pantografo CNC (CNC è l’acronimo di Computer Numerical Control) è una macchina controllata numericamente ovvero movimentata da un elettronica esterna – formata da driver, microprocessori e da un computer- che trasmette comandi per gli spostamenti ai componenti elettromeccanici del pantografo, attraverso un programma di lavoro CAD/CAM, per tagliare, forare o incidere un materiale.

I principali componenti dei pantografi sono i motori, quelli da noi utilizzati sono i motori stepper, o passo passo, che si muovono in base ai parametri trasmessi dal circuito elettronico (scheda elettronica, o pcb, a 3 o 4 assi) e che guidano lo spostamento degli altri componenti meccanici e dell’elettromandrino. Un elettromandrino è un motore verticale,  dotato di un’utensile a punta, detto fresa, che puo’ eseguire le lavorazioni su diversi materiali come alluminio, plastica, legno, ottone, ceramica, ecc.

Le nostre macchine CNC possono essere  a 3 assi, chiamati  X, Y e Z, oppure a 4 assi (A). Gli assi consentono di fare lavorazioni in 2D o 3D ed effettuare quindi incisioni e tagli per la realizzazione o il completamento di oggetti.

Erroneamente talvolta il termine fresa viene usato come sinonimo di pantografo: in realtà la prima è lo strumento in grado di forare incidere e tagliare i  materiali, tramite punte diverse a seconda dei lavori da eseguire, ed è quello che viene inserito nell’elettromandrino del pantografo per la lavorazione. Quando si parla di fresa quindi si parla di uno strumento che ha solo due assi (x e y) e può quindi solo ritagliare un pezzo mentre il pantografo è dotato di 3 o 4 assi e puo’  “scavare” oggetti tridimensionali.
L’operazione di fresatura è quella per cui la fresa del pantografo, movimentata dall’elettromandrino, va a scavare il materiale: in una prima fase, vengono usate frese grandi per effettuare la sgrossatura, ovvero per delineare il pezzo e in una seconda fase, con frese piu’ piccole, viene effettata la finitura, ovvero  il pezzo viene rifinito.